Fatti&Storie

Tav, la Ue: "Ci aspettiamo che progetto sia concluso"

TAV

La Commissione europea "si aspetta che il progetto sia concluso secondo l'accordo". Lo ha detto un portavoce della Commissione, Enrico Brivio, dopo l'incontro tecnico di ieri tra i funzionari del Mit e quelli della commissione.    "La nostra posizione sulla Torino-Lione rimane la stessa. La Torino-Lione è un importante progetto per la Francia, per l'Italia e per l'Europa", ha spiegato il portavoce. La Commissione si aspetta che "l'Italia rispetti l'accordo di finanziamento". Il portavoce ha sottolineato di non poter escludere una richiesta al governo di rimborsare i fondi già versati per la Tav.

Progetto transeuropeo.  "Per l'Unione Europea questo è un progetto transeuropeo necessario per unire le regioni e rafforzare la coesione economica e sociale in Europa. E' un progetto di solidarietà e unità", ha detto il portavoce della Commissione. "Vista la sua dimensione strategica europea e il contributo per andare verso mezzi di trasporto più sostenibili e l'impatto ambientale positivo, il progetto è cofinanziato dal bilancio Ue. Come ogni altro progetto finanziato dalla Connecting Europe Facility è basato su un accordo di finanziamento (grant agreement). Il progetto è in corso e per noi è importante che tutte le parti mantengano i loro sforzi per completarlo in tempo in linea con l'accordo di finanziamento".  Il portavoce ha sottolineato che "la Commissione prende molto seriamene tutte le preoccupazioni sociali economiche e ambientali" e "si aspetta che il progetto sia concluso secondo l'accordo. Se una delle parti ha una posizione ufficiale diversa, deve innanzitutto e soprattutto parlare con l'altra parte".

Costi-benefici. Quanto all'incontro di ieri sullo studio costi benefici, il portavoce ha ricordato che la Commissione ha ricevuto il documento la scorsa settimana. "Lo studio è stato presentato ieri in un incontro tecnico informativo tra funzionari della Commissione e funzionari delle autorità italiane e non abbiamo commenti sul suo contenuto". Tuttavia "la Commissione ha già detto chiaramente alle autorità italiane che ulteriori chiarimenti sono necessari nei prossimi giorni, il più presto possibile, per chiarire come l'Italia intende rispettare l'accordo di finanziamento", ha avvertito il portavoce.

Articoli Correlati
Fatti&Storie