Fatti&Storie

Picchia una bimba di 22 mesi: arrestato

Roma

ROMA «È stato un raptus». Si è giustificato così Federico Z. di 25 anni, arrestato per aver massacrato la figlia della sua compagna, una bambina di appena 22 mesi. La piccola non sarebbe in pericolo di vita, ma è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Bambino Gesù, dove è arrivata grazie a una staffetta organizzata dalla polizia. La bimba è in terapia intensiva a causa da un ematoma cerebrale provocato dalle percosse.

I fatti risalgono a mercoledì pomeriggio, quando la madre della piccola è rincasata a Genzano e ha trovato la figlioletta priva di sensi, ferita al viso e con segni di morsi e tagli. Accanto c’era Federico, l’attuale compagno della donna, una ragazza di 24 anni, che ha subito preso in braccio la sua bambina e si è precipitata all’ospedale di Genzano. La struttura non ha un pronto soccorso aperto al pubblico, e il personale l’ha indirizzata verso un altro nosocomio. Ma nel frattempo i sanitari hanno avvisato la polizia. Gli agenti del commissariato di Genzano hanno organizzato immediatamente il ricovero al Bambin Gesù, mentre raccoglievano la testimonianza della 24 enne.

È emerso che il compagno aveva già messo le mani sulla piccola, anche se la donna non aveva sporto denuncia. I due vivono assieme da circa due mesi. Chi indaga vuole capire quante siano le eventuali violenze perpetrate tra le mura domestiche e di quali entità. Intanto per Federico Z. si sono aperte le porte del carcere di Velletri, con l'accusa di tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia.

Articoli Correlati
Fatti&Storie