Fatti&Storie

In 439 al concorso nessuno supera la prova

Milano

Si erano iscritti in 760, si sono presentati in 439, ma nessuno di loro ha superato le prime due prove, scritta e pratica, al concorso per un posto di tecnico di radiologia, indetto dal Policlinico di Milano. Il posto quindi è ancora vacante e a stretto giro, massimo un mese, verrà indetto un nuovo concorso.
«Non era mai successo» ammettono in ospedale e alla domanda se la ragione sia da imputare alla scarsa preparazione dei candidati, provenienti da tutta Italia, smorzano ma non negano. «Da noi il tecnico radiologo deve essere in grado di utilizzare le strumentazioni più avanzate, come per esempio la pet, la tomografia a emissioni protoniche. Insomma qualcosa di più della preparazione base». Che siano caduti sulle emissioni protoniche o meno fatto sta che i candidati il 4 febbraio avrebbero dovuto superare con un punteggio minimo di 21 su 30 la prova scritta e 14 su 20 la prova pratica, per poter accedere alla successiva priva orale, ma non ce l’hanno fatta.
Si è detto «stupito e preoccupato”  l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, che ha chiesto formalmente alla direzione generale del Policlinico «delucidazioni e chiarimenti» in merito alla procedura concorsuale.

PAOLA RIZZI

 

Articoli Correlati
Fatti&Storie