Spettacoli

Franco Però rilegge i Miserabili di Hugo

Milano/Teatro

MILANO Due classici della letteratura internazionale come “I miserabili” di Victor Hugo e “Orlando furioso” di Ludovico Ariosto, oggi più che mai, non conoscono l’oblio del tempo. Dopo aver sedotto in molte occasioni altre arti, dal cinema alla pittura, dalla tv al musical, arrivano a teatro con originali adattamenti e particolari riduzioni e format. 

Capita a “I miserabili” che, nell’adattamento per la scena di Luca Doninelli e con la regia di Franco Però, sbarca, da stasera al 24 febbraio, al Piccolo Teatro Strehler con un attore eclettico e sensibile come Franco Branciaroli nei panni di Jean Valjean. Tocca a lui far rivivere, assieme ad altri dodici interpreti, la storia del generoso galeotto, ma anche del suo persecutore, l’ispettore Javert e di Fantine, Cosette, Marius, Gavroche, Eponine, del perfido Thénardier e dei tanti personaggi che compongono la sterminata sinfonia umana di Hugo per un’opera dai grandi temi universali come la dignità, il dolore, la misericordia, la giustizia e la redenzione (Info: piccoloteatro.org). 

Di un cavaliere errante che cavalca sulla scena il tema oneroso dell’amore e delle sue infinite declinazioni racconta, da stasera a domenica al Parenti, “Giocando con Orlando - Assolo”, ispirandosi al celebre poema cavalleresco dell’“Orlando furioso”,  nello splendido adattamento di Marco Baliani, anche regista dello spettacolo. Ad interpretarlo è uno bravissimo Stefano Accorsi, uno degli attori più amati dal pubblico italiano (Info: teatrofrancoparenti.it).

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati
Spettacoli