Spettacoli

De André ricanta De André al Parco della Musica

Roma/Musica

ROMA «Dopo aver arrangiato l'ultimo concerto del 1998 Fabrizio mi chiese di portare avanti il suo messaggio e la sua memoria. Mi è parsa una cosa bella proseguire il suo lavoro caratterizzando l'eredità artistica con nuovi arrangiamenti, che possano esprimere la mia personalità musicale e allo stesso tempo diano un nuovo vestito alle opere, una mia impronta. Con questo tour voglio risvegliare le coscienze. Mio padre diceva che noi cantanti portiamo un messaggio e in questo non posso che appoggiarlo».

Cristiano De Andrè presenta così “Storia di un impiegato”, rilettura del disco-capolavoro del padre uscito nel 1973, al centro del concerto che il cantautore e musicista terrà stasera alle 21 al Parco della Musica.

Concept-album sugli anni di piombo e sulla speranza di costruire un mondo migliore, “Storia di un impiegato” raccontava il gesto di un impiegato degli anni Settanta, animato dal ricordo della rivolta collettiva del Maggio francese del 1968. 

Nella sua versione Cristiano De Andrè lo ha arrangiato come una vera e propria opera rock che, di fondo, mette in discussione le basi su cui si fonda il potere e riporta in auge alcune dei temi portanti della lotta politica e sociale a cavallo fra la fine degli anni Sessanta e i primi Settanta, dal Potere all'anarchia, dalla paura al sogno di un mondo migliore. 

Nel concerto troveranno spazio anche canzoni di altri dischi come, fra le altre, “Fiume Sand Creek”, “Don Raffaè” e “Il pescatore”. Info: 0680241281

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati
Spettacoli