Spettacoli

«Dalle stelle alle stalle? Ecco cosa si prova»

Cinema/Parlami di te

ROMA  «Mi riposerò quando sarò morto». Qualcuno di noi, i veri indefessi, lo avrà pensato un milione di volte. In “Parlami di te” (diretto da Harvé Mimran e dal 21 al cinema) lo ripete lo straordinario Fabrice Luchini nei panni di un uomo di successo che si occupa di automobili e non si ferma mai. Mai. Neanche davanti alla sua famiglia, ai suoi amici e a se stesso. Si trascura e dopo due ictus pensa di poter restare in campo ma il mondo, lì fuori, si sa, ama gli uomini purché vincano sempre.

Storia vera, tratta da un articolo di Le Monde del febbraio 2013, in cui si scriveva di un ex grande manager, Christian Streiff, vittima di un ictus, che era stato costretto a nascondere la sua malattia per diversi mesi prima di farsi licenziare in meno di due ore. 

«Era l’inizio perfetto di una storia – spiega il regista – e abbiamo incontrato il vero Streiff, ma a me interessava raccontare qualcosa che può capitare a tutti e, soprattutto, volevo raccontare che cosa significa essere un giorno in vetta e il giorno dopo non avere più nulla».

SILVIA DI PAOLA

Spettacoli