Fatti&Storie

Sgomberato l’asilo In manette sei anarchici

TORINO

CITTA' Anarchici asserragliati sul tetto, altri in strada a bloccare il traffico: ore di resistenza nell’Asilo occupato di via Alessandria, nel quartiere Aurora. Ieri all’alba le forze dell’ordine sono intervenuti per sgomberare il centro occupato da 24 anni. Sei anarco-insurrezionalisti, italiani tra i 30 e i 35 anni tra cui una donna, sono stati arrestati per  associazione sovversiva, istigazione a delinquere e detenzione, fabbricazione e porto di ordigni esplosivi. I momenti di tensione sono continuati nel pomeriggio, quando  una ragazza è stata fermata dopo aver tirato un bastone. 

Le indagini
Partite nel 2018, le indagini  hanno  svelato un’associazione stabile impegnata a combattere i Centri per il Rimpatrio. Tra le azioni contestate, 15 plichi esplosivi  spediti a ditte di diverse città italiane, anche l’ambasciata romana di Francia e altri ordigni sistemati davanti agli uffici postali di Torino, Bologna e Genova.

Il questore 
«La pericolosità di questa cellula è altissima, anche nei casi in cui non si intravede una strategia d’attacco specifica», spiega il questore  Messina. «Molti componenti sono stati protagonisti di numerosi episodi di violenza. Di sicuro, la gente del quartiere aveva raggiunto un livello di sofferenza notevole».

Attriti in comune
Se  Appendino parla di «un intervento lungamente atteso da città e residenti», alcuni grillini  mostrano malumori. «Quello sgombero è un fallimento nella gestione di quell’area della città», precisa il consigliere Carretto. CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati
Fatti&Storie