Fatti&Storie

"Riempiremo la piazza contro questa manovra"

i sindacati

"I dati delle adesioni ci fanno pensare che sabato riempiremo piazza San Giovanni". I segretari organizzativi di Cgil, Cisl e Uil sono ottimisti sulla manifestazione nazionale indetta per il 9 febbraio a Roma, a sostegno della piattaforma unitaria e contro la manovra del governo. "Pensiamo di avere una partecipazione importante", ha dichiarato il responsabile della Cgil, Nino Baseotto. "Sarà una giornata di esaltazione della democrazia e auspichiamo di riempire la piazza", ha sottolineato Giorgio Graziani della Cisl. "Avevamo scelto piazza del Popolo ma viste le adesioni siamo stati costretti a spostare a San Giovanni", ha fatto notare Pierpaolo Bombardieri della Uil.

Oltre 1300 pullman. Finora sono stati programmati 1.300 pullman, 12 treni straordinari e 2 navi per portare a Roma lavoratori e pensionati, ma i sindacati contano molto sulla auto-organizzazione dei militanti e sul ricorso alle compagnie aeree low cost.

"Servono investimenti". Per la leader della Cisl, Annamaria Furlan, è arrivato il momento di "cambiare la politica economica tornando a investire sui fattori crescita" e il Governo deve iniziare ad "aprire confronti veri" mettendosi "intorno a un tavolo con imprese e sindacati per individuare la strada con cui uscire dallo stallo e rilanciare la crescita". E a proposito di investimenti ha insistito: "Iniziamo subito dalle infrastrutture, quelle già finanziate: ci sono 8 miliardi con cui attivare oltre 400 mila posti di lavoro". 

Articoli Correlati
Fatti&Storie