Fatti&Storie

Mosca ora rilancia Testato un super missile

Nucleare

ROMA «La Russia uscirà dal Trattato sul disarmo nucleare Inf (che fu firmato da Usa e Urss nel 1987) tra sei mesi. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, che ha definito «infondate» le accuse di violazione dell'accordo, mosse a Mosca da Washington, e sulla cui base gli Usa hanno annunciato il loro ritiro dall'Inf. «Il presidente Vladimir Putin ha già definito la nostra posizione», ha ricordato Lavrov, «risponderemo in modo speculare». E poi: «Gli americani hanno sospeso la loro partecipazione a questo Trattato e noi abbiamo fatto lo stesso. Al termine del periodo di sei mesi, secondo quanto contenuto nella nota ufficiale degli Stati Uniti sul loro ritiro dal Trattato, questo cesserà di funzionare». Riferendosi a possibili ulteriori negoziati con gli Usa sull'Inf,  il capo della diplomazia russa ha detto che da parte di Mosca «non mancano le iniziative, che abbiamo trasmesso su questi temi ai nostri colleghi americani e occidentali».

Il super missile

Intanto Mosca ha lanciato «con successo» un missile balistico intercontinentale a combustibile solido RS-24 Yars: il lancio è avvenuto dal cosmodromo di Plesetsk e il missile ha colpito il bersaglio al poligono Kura, nella penisola di Kamchatka. Il RS-24 Yars è un “mostro” proveniente da una modifica del Topol-M, ed è equipaggiato con testate termonucleari. Entro quest'anno, Mosca ha previsto di mettere in servizio oltre 30 lanciatori con missili Yars e Avangard.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie