Sport

Spettacolosa Goggia Argento in SuperG

sci

SCI Inizio con il botto per Sofia Goggia ai Mondiali di sci alpino di Are, in Svezia. La campionessa bergamasca ha vinto una splendida medaglia d’argento nel SuperG femminile con una prestazione maiuscola sulla pista dove lo scorso anno conquistò la coppa di specialità in discesa. La medaglia d’oro è andata all’americana Mikaela Shiffrin con il tempo di 1.04.89, davanti all’azzurra di appena 0.02 centesimi. Un battito di ciglia che è costato a Goggia il metallo più prezioso. Terzo posto e medaglia di bronzo per la svizzera Corinne Suter a 0.05".

La statunitense Shiffrin conquista così il suo quarto oro mondiale dopo i tre consecutivi in slalom e si dimostra sempre più una sciatrice completa, confermandosi la numero anche in SuperG, dove ha vinto tre gare di Coppa del Mondo ed è in testa alla classifica di specialità. Per Goggia, invece, l’argento odierno è il suo miglior risultato in carriera ai Mondiali, dove aveva già conquistato un bronzo in gigante due anni fa a St. Moritz.

Rimasta fuori tre mesi, da ottobre a gennaio, per la frattura al malleolo peroneale destro rimediata in allenamento, Goggia era rientrata a Garmish conquistando subito due podi in discesa e SuperG. In fiducia dopo le due gare in Germania, la campionessa olimpica di discesa ha confermato il suo ottimo stato di forma con una prova quasi perfetta, l’unico piccolo rammarico è legato alla parte alta del tracciato, dove - parole sue - ha avuto "troppo rispetto". Ma da metà gara in giù la bergamasca è andata giù a modo suo, con l’aggressività e la pulizia che la contraddistinguono. Per l’Italia un inizio promettente in questi Mondaili.

Buona, infatti, la gara anche delle altre azzurre: Nadia Fanchini quinta a 0.14 centesimi, accarezzando a lungo il sogno di salire podio. Settima Francesca Marsaglia a 0.24 e decima Federica Brignone a 0.54. Da segnalare la rovinosa caduta di Lindsey Vonn dopo pochi secondi di gara. La campionessa americana, alla penultima gara della carriera, è finita fuori pista ed è andata a sbattere rovinosamente contro le reti protettive ai lati del percorso. Dopo attimi di paura, con la gara interrotta, Vonn si è rialzata sulle sue gambe. La presenza dell’americana era in dubbio dopo l’ultimo grave infortunio al ginocchio.

Il programma iridato prosegue domani con il SuperG maschile, per l’Italia speranze riposte soprattutto in Dominik Paris autore fin qui di una grande stagione. Anche Christof Innerhofer, specialista del SuperG, potrà dire la sua. Il quartetto azzurro sarà completato da Matteo Marsaglia e Mattia Casse. Le donne torneranno in pista venerdì con la combinata.

LAPRESSE

Articoli Correlati
Sport