Sport

Percorsi di guerra per il 4° posto

Campionato

CALCIO L’Inter calante, terza a +4, si guarda le spalle, e fa bene. Intanto la zuffa è tutta per il 4° posto che vale la Champions. Una lotta all’ultimo sangue tra un Milan rivitalizzato da Piatek e Paquetà, 4° a 36 punti, e il terzetto che segue a una lunghezza. Qui, con un campionato che ricomincia subito (domani Lazio-Empoli) e le coppe che incombono, le prospettive sono di entusiasmo razzente. La Roma si coccola il De Rossi ritrovato (forse venerdì col Chievo sarà risparmiato, in vista del Porto), senza dimenticare un Karsdorp in gran spolvero. L’Atalanta vola sulle ali di un entusiasmo mai visto (e il 27 troverà la Viola nelle semifinali di Coppa Italia, il giorno dopo Lazio-Milan). E La Lazio, dopo l’exploit ai rigori contro l’Inter e la vittoria pesante in Ciociaria, mette nel mirino l’anticipo di domani: dovesse battere l’Empoli (occhio però a Luis Alberto, Correa e Immobile, parecchio affaticati), si guadagnerebbe il 4° posto tutta sola, sia pure provvisoriamente.

Un’occhiata al calendario garantisce la seguente prospettiva: per le romane, i prossimi 3 turni saranno soft (Lazio-Empoli, Genoa-Lazio, Lazio-Udinese; Chievo Roma venerdì, Roma-Bologna e Frosinone-Roma), ma ecco, dietro l’angolo, spuntare il derby del 2 marzo.

Conclusione: per giallorossi e biancocelesti, che la settimana prossima avranno anche impegni di coppa (il 12 la Roma ospita il Porto per gli ottavi di Champions; il 14 la Lazio ospita il Siviglia nei sedicesimi di Europa League), guai a perdere punti prima dello scontro diretto. Imperativo, capitalizzare tutto il possibile, sperando che a perdere pezzi per strada siano le altre concorrenti al piazzamento Champions: il Milan, per dire, il 10 ospiterà l’abbordabile Cagliari, ma il 16 andrà a Bergamo dall’Atalanta, in uno scontro diretto che preannuncia scintille, e poi troverà l’Inter nel derby del 17 marzo. E allora gambe in spalla, ragazzi. Come si dice? Chi si ferma è perduto.

SERGIO RIZZA

Articoli Correlati
Sport