Spettacoli

«A Sanremo per cantare tutta me stessa»

Arisa

SANREMO Cantante, attrice, scrittrice Arisa è ormai una veterana di Sanremo, un festival che le ha portato fortuna: dal 2008 con Sincerità al 2012 con La notte, fino al 2014 con Controvento. E sarà alla 69esima edizione con Mi sento bene, ballata orecchiabile e solare che fa parte del nuovo album Una nuova Rosalba in città (che uscirà l’8 febbraio per Sugar).

Un lavoro lungo un anno che conta 17 autori, oltre ad Arisa. Che album è?
«È un disco poliedrico, dal messaggio positivo, che tocca tanti argomenti e sfaccettature di una stessa personalità. Canto l’amore maturo e consapevole (Vale la pena, Così come sei), quello esplosivo (Tam tam) e quello difficile (Amarsi in due). Ci sono le cose che come donna più mi hanno colpito: i miei sentimenti, le mie amicizie, ma tutto interpretato in chiave universale. È un disco molto diverso dagli altri».

Un’Arisa che guarda al passato ma vive il suo presente.
«Mi è sempre piaciuto tanto sperimentare e assimilare sonorità diverse, anche di epoche diverse, per poi fonderle insieme, cercando di tirare fuori il meglio. Ma per andare avanti le fondamenta sono importanti. Così io mi specchio nel passato per capire il presente».

Ma oggi come si sente?
«Bene, proprio come canto nel brano sanremese».

E, a proposito, come affronta il suo 6° Festival?
«Con assoluta tranquillità, cercando di fare del mio meglio per rendere giustizia al brano che mi è arrivato: sono stata davvero sconcertata da come mi rispecchiasse. Dunque, eccomi pronta per questa ulteriore prova! E poi duetterò nella quarta serata con Tony Hadley (ex Spandau Ballet), su coreografie dei Kataklò».

Nei pronostici è tra i favoriti.
«Questa è una bella cosa. Ho iniziato con una vittoria e Sanremo mi ha sempre portato fortuna».

Capitolo talent.
«Se dovessi farne uno oggi? Lo farei di cucina, oppure sugli  stilisti, insomma, lo vorrei un po’ più tangibile. A X Factor ho avuto molta difficoltà a difendere il mio punto di vista...ma lasciamoci le porte aperte. Meglio avere rimorsi che rimpianti. Quindi, sì, tutto rifarei!

Progetti e sogni by Rosalba.
«Spero che questo nuovo disco entri nella vita delle persone. Poi, se Dio vuole, farò una bella vacanza».

In dieci anni sulle scene ha fatto un po’ di tutto.
«Sì, tante di quelle cose (dalla musica al doppiaggio) che è difficile andare avanti. Il teatro? Non ancora: ma Una nuova Rosalba in teatro (canticchia divertita, ndr.) la vedo bene. Si può fare: perché no?!».

 

 

ORIETTA CICCHINELLI

 

 

Articoli Correlati
Spettacoli