Fatti&Storie

M4: a Sant’Ambrogio vetro, ferro e scalinata

Milano

TRASPORTI Cambia il progetto di M4 per la nuova stazione di Sant’Ambrogio, futuro interscambio con la M2. La Soprintendenza ha infatti dato l’ok al piano che prevede un nuovo ingresso pensato per valorizzare l’area della Pusterla. L’accesso nel tratto ipogeo, oggi poco sfruttato, trasformerà l’area in una  zona di passaggio, collegando il sagrato della chiesa di Sant’Ambrogio, la piazza e l’Università Cattolica. Il progetto prevede la realizzazione di due aperture sui muri nord e ovest per creare l’uscita dal cunicolo di collegamento tra le linee M2 e M4. L’uscita  sarà poi protetta da una copertura con vetrata sorretta da un portale in metallo. Prevista inoltre un’ampia scalinata che porterà a livello stradale. Vengono così superate le obiezioni mosse al precedente progetto, che prevedeva una scala fissa e una mobile sul marciapiede di via San Vittore. «Mentre proseguono i lavori di costruzione della linea Blu - ha detto l’assessore Granelli - ci stiamo occupando di come sarà la città una volta funzionante il metrò, con soluzioni che mettano insieme funzionalità e bellezza». Per la Soprintendente Antonella Ranaldi l’aspetto più convincente è stata la prospettiva data dal nuovo accesso: «Uscendo dalla stazione l’ampia scalinata offrirà la veduta della basilica di Sant’Ambrogio, simbolo stesso della città, un po’ come avviene per il Duomo; sarà un’apparizione spettacolare. Il tutto si articolerà creando un nodo di percorrenza, dove acquista risalto l’accesso dalle Pusterle. Abbiamo evitato che ci fosse qui il volume dell’ascensore troppo interferente che è stato collocato in altra posizione (in via Carducci)».

 

Articoli Correlati
Fatti&Storie