Fatti&Storie

Pil, S&P per l'Italia vede solo un +0,7% nel 2019

economia

Se per il 2019 lo scenario del Pil italiano resta quello di una crescita, le stime del governo sono ottimistiche. Lo dice il capoeconomista per l'Europa di Standard&Poor's, Sylvain Broyer, secondo cui la previsione dell'esecutivo di un +1% per l'anno in corso è "ottimistica". Per l'anno prossimo l'agenzia internazionale di rating vede una crescita italiana "più lenta, al ritmo dello 0,7%, con consumi stabili ma prospettive più basse rispetto agli altri paesi Ue sugli investimenti". Per avere un'idea piu' chiara dell'andamento attuale e prospettico dell'economia, è stato aggiunto in un incontro con la stampa, sarà importante vedere i dati sulla produzione industriale di dicembre e gennaio, per capire se quello negativo di novembre, diffuso la settimana scorsa, sia un unicum.

Fase discendente. Secondo Broyer in ogni caso siamo in "una fase discendente del ciclo ma siamo ancora lontani, nello scenario base, da una recessione e anche da una stagnazione a meno che i fattori temporanei che hanno pesato sulla produzione nei mesi scorsi si rivelino permanenti".

Articoli Correlati
Fatti&Storie