Fatti&Storie

Tav: Chiamparino vuole il referendum

TORINO

POLITICA Tra voci che si rincorrono su un’analisi costi-benefici negativa, è partito il countdown per la manifestazione di sabato, quando il popolo del sì Tav tornerà in piazza Castello per ribadire la necessità della Torino-Lione. l’’iniziativa organizzata dalle sette madamin del comitato “Sì Torino” va avanti con l’ex sottosegretario Mino Giachino e  Osservatorio 21, parteciperà anche la Lega. Fuori dalle piazze scoppia la polemica sul referendum: a dare il la il presidente della Regione Chiamparino, che ha invitato il nord Italia a intervenire nel caso ci fosse una chiusura. «Il governo non ha più alibi - ha affermato - i dati tecnici ci sono, li completi e decida. Se dirà no alla Tav, chiederò al Consiglio regionale di indire con apposita legge un referendum consultivo al quale, se lo riterranno, potranno unirsi i colleghi di Veneto, Lombardia, Valle d’Aosta e Liguria, in modo da avere una grande giornata in cui tutto il Nord Italia si pronunci». La replica dei 5 Stelle non si fa attendere: «Ancora una volta lo strumento del referendum viene tirato fuori dal cilindro a seconda della convenienza -, sottolinea l’M5s, Giorgio Bertola - attendiamo i risultati della valutazione». Cristina Palazzo

Articoli Correlati
Fatti&Storie