Meteo
 


Famiglia

I vaccini consigliati in gravidanza

Salute

ROMA  Vaccinarsi in gravidanza è un atto d'amore. È questo il messaggio e lo slogan della prima campagna informativa della Federazione nazionale degli ordini della professione di ostetrica (Fnopo) e della Federazione italiana dei medici di medicina generale (Fimmg) sull'importanza delle vaccinazioni in gravidanza a tutela della salute della donna e non solo. L'iniziativa è stata presentata nelle settimane scorse in occasione della “Giornata dell'ostetrica/o”.

Niente paura
Realizzata una brochure semplice e chiara per dire alle future mamme che i vaccini in gravidanza sono sicuri, gratuiti e rappresentano soprattutto la miglior protezione per loro e per il futuro bambino.
«L'accordo nato tra le due federazioni - spiega la presidente Fnopo, Maria Vicario - è il frutto di una intesa che si basa sulla stima reciproca e sul riconoscimento delle specifiche competenze che mirano al perseguimento dello stesso obiettivo: garantire il miglior stato di salute possibile alle donne e al nascituro. Oggi più che mai noi ostetriche e i medici di famiglia riteniamo fondamentale fornire informazioni scientificamente provate per rassicurare le donne sulla validità e soprattutto sulla sicurezza delle vaccinazioni».
    La brochure spiega con esempi chiari quali sono i tipi di vaccini da fare, il periodo in cui somministrarli e i richiami.
Informazioni online
Sarà possibile scaricarla nei prossimi giorni dai siti ufficiali delle due federazioni (www.fnopo.it e www.fimmg.org).

Medici in prima linea
«La Fimmg è  da tempo impegnata nella promozione delle vaccinazioni nell'adulto e, quindi, non poteva mancare un'attenzione particolare alle donne in un momento così delicato come è quello della gravidanza- commenta il segretario nazionale della Fimmg, Silvestro Scotti -Siamo soddisfatti di aver avviato questa partnership con la Federazione delle ostetriche, perché riteniamo molto importante che si lavori insieme affinché arrivino messaggi chiari, corretti e uniformi sulle vaccinazioni da parte di tutti gli operatori che entrano in contatto con le donne durante la gravidanza».

VALERIA BOBBI

Articoli Correlati
Famiglia