Spettacoli

Baglioni, Bisio, Raffaele Sanremo senza ospiti stranieri

Sanremo 2019

SANREMO «Avremo il palcoscenico più grande nella storia di Sanremo. Nella scenografia disegnata da Francesca Montinaro, che riempiremo con un potente impianto di fotografia e illuminotecnica di Mario Catapano e la regia di Duccio Forzano». Così parlò Claudio Baglioni che – con Bisio e Virginia Raffaele, “fratello Sole e sorella Luna” compagni di viaggio – presenta la 69esima edizione del popolare Festival  in programma dal 5 al 9 febbraio. Un Sanremo che al momento (confermate le presenze di Bocelli col figlio, Giorgia ed Elisa) non prevede «nessun ospite straniero: perché è già internazionale di suo», spiega il direttore artistico.

E scherzando sul numero 69, Baglioni avvisa che «al di là dei giochetti, il numero richiama alcune simmetricità ma anche l’avvicinarsi degli opposti, e le diversità. Le note insieme formano l’accordo». Claudio Bisio (che fa il nome di Checco Zalone come ospite) spiega che quando è stato contattato per sondare la sua disponibilità come conduttore ha saputo che era l’edizione 69 e c’era l’ipotesi Raffaele come partner, «ho pensato a te (dice rivolto a Claudio, ndr) e Virginia...».

Fronte musicale caldo. «Da parte nostra non c’è stata censura sulle canzoni – assicura Baglioni a proposito delle chiacchiere sull’esclusione del brano dei Dear Jack e Pier Davide Carone – e mi spiace per la polemica, ma non ci sono intenzioni censorie». Poi, da artista sensibile al tema migrazioni (ricordando le sue iniziative per Lampedusa) chiosa: «Non si può pensare di risolvere il problema evitando lo sbarco di 40-50 persone né costruendo muri».

 

ORIETTA CICCHINELLI

 

Articoli Correlati
Spettacoli