Fatti&Storie

Manovra, caos alla Camera Pensionati già in piazza

manovra

Prosegue la protesta delle opposizioni per il mancato intervento dei relatori di maggioranza sulla manovra alla Camera. I relatori, per tagliare i tempi, hanno depositato i loro testi, ma Pd e Fi lamentano che ancora non siano disponibili on-line: "non sappiamo cosa stiamo esaminando" hanno fatto notare chiedendo quindi una sospensione della seduta che il presidente Roberto Fico non ha concesso. Prosegue dunque la discussione generale che dovrebbe durare ancora per circa due ore. 

Pensionati.  Intanto i pensionati sono già in campo oggi nelle piazze e prefetture di tutto il Paese contro il taglio della rivalutazione delle pensioni.  "Una manovra finanziaria sbagliata, che usa per l'ennesima volta le pensioni per fare cassa, mortificando chi ha lavorato una vita", spiega la Cgil di Roma e del Lazio, dove sono previsti presidi di fronte alle prefetture di tutte le province. A Roma l'appuntamento è in piazza Santi Apostoli. - "La protesta di oggi e dei prossimi giorni dei sindacati dei pensionati in tante città italiane è del tutto legittima ed ha il pieno sostegno della Cisl e delle altre confederazioni sindacali", sottolinea la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, sui presidi di oggi organizzati dai sindacati dei pensionati. "Bloccare la rivalutazione, non rispettando gli accordi sottoscritti dai precedenti governi, è una scelta iniqua e sbagliata anche dal punto di vista economico perché significa penalizzare i consumi di milioni di persone che vivono solo di una pensione modesta e ferma da anni", sottolinea la leader Cisl. I presidi davanti alle prefetture e le altre manifestazioni di oggi dei pensionati "sono un fatto molto importante perché rappresentano una anticipazione della grande mobilitazione unitaria che metteremo in campo come confederazioni a gennaio per sollecitare una vera svolta nella politica economica e fiscale del nostro paese".

Articoli Correlati
Fatti&Storie