Fatti&Storie

Un Natale di smog Fermi gli euro 4

TORINO

AMBIENTE Nel giorno in cui è arrivata la decisione che lo shopping natalizio a Torino si farà a piedi per un nuovo blocco del traffico contro lo smog, le auto intasano le piazze. Si tratta di quelle bianche di circa 150 tassisti torinesi che giovedì mattina hanno protestato in piazza Palazzo di Città contro il rischio di una modifica dell’emendamento che costringe gli Ncc a rientrare in deposito dopo la corsa. «Temiamo un dietrofront del governo e abbiamo scelto di manifestare liberamente pur garantendo il servizio», spiega Massimo Zappaterra, presidente Federtaxi Piemonte.

Intanto nei palazzi si rialzava l’allerta per la qualità dell’aria al livello arancione sia in città che nell’area metropolitana. Da venerdì fino alla vigilia di Natale i veicoli più inquinanti resterano fermi, come imposto dal semaforo padano: il blocco che interessa veicoli Euro 4 diesel, è attivo dalle 8 alle 19 per il trasporto persone e in due fasce, dalle 8,30 alle 14 e dalle 16 alle 19 per i mezzi che trasportano merci. Il 24 dicembre ci sarà una nuova verifica del livello di inquinamento, ma si starebbe comunque valutando di sospendere il blocco emergenziale per Natale e Santo Stefano. Immediata la reazione della Confesercenti che vede nel blocco un rischio per gli acquisti, tanto che il presidente Giancarlo Banchieri ha chiesto una sospensione per sabato e domenica. cristina palazzo

Articoli Correlati
Fatti&Storie