Fatti&Storie

Via a terzo Valico Le imprese: «Ora la Tav»

TORINO

Nel giorno in cui in tema grandi opere arriva l’ok per il quinto lotto del Terzo Valico tra Genova e Milano per un valore di un milione e mezzo di euro, il clima di incertezza non lascia la Tav. L’analisi costi-benefici per la linea dell’alta velocità Torino-Lione dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, come ha assicurato ieri il ministro Danilo Toninelli. Intanto la bufera non si placa sulla composizione della commissione. Cinque membri su 6 avrebbero già palesato la loro contrarietà all’opera e sarebbero stati indicati al ministro dal capo della commissione Marco Ponti. «Non è terza nel giudizio ma parte da preconcetti», ha affermato il presidente dell’associazione delle Piccole imprese Corrado Alberto che ieri ha visitato il cantiere Tav di Saint Martin La Porte insieme a una delegazione di imprenditori.  Ha invitato il ministro, con la sindaca Chiara Appendino e il premier Giuseppe Conte a fare lo stesso «per rendersi conto di persona di cosa stanno parlando. Qui ci sono sei chilometri di tunnel già scavati, persone che lavorano e si capisce quanto sia folle pensare di bloccare quest’opera». Un invito a proseguire, come si sta facendo con il Terzo Valico: dopo il via libera del governo, Rfi ha consegnato una nuova tranche di lavori. Un intervento che mira a completare l’opera pari a 6,2 miliardi di euro. CRISTINA PALAZZO

 

Articoli Correlati
Fatti&Storie