Fatti&Storie

Mobilità: la città chiede 226 milioni

TORINO

COMUNE Sette interventi per 226 milioni di euro complessivi. La città dà i numeri per migliorare il trasporto di massa e chiede i finanziamenti al Ministero delle Infrastrutture. La delibera è stata approvata dalla Giunta ed entro il 31 dicembre l’istanza sarà presentata per le risorse previste dal Fondo Investimenti. Nella lista di desideri ci sono: il parcheggio di piazza Bengasi che costerà quasi 20 milioni; il potenziamento della linea 15 e il rinnovo della flotta tranviaria con 40 nuovi mezzi dal costo, rispettivamente, di 3,7 e 122 milioni di euro; poco meno di 52 milioni per l’ammodernamento tecnologico delle motrici tranviarie serie 5000-TPR; nuovi binari di collegamento tra via Cigna e corso Giulio Cesare (13,6 milioni) e l’adattamento dei capolinea Falchera ed Hermada per 1,17 milione e 3,73 milioni. 
«Con il contributo delle società partecipate Gtt e Infratrasporti.To – spiega l’assessore Lapietra -  abbiamo individuato come prioritari progetti che consentano di migliorare l’accessibilità al territorio, l’intermodalità, la riduzione dell’inquinamento acustico e atmosferico con l’obiettivo di favorire gli spostamenti e migliorare la qualità di vita nella città».  Cristina Palazzo

Articoli Correlati
Fatti&Storie