Sport

Allegri: «L'Inter? Pensiamo a mercoledì»

Verso Juventus-Inter

CALCIO Nel pieno rispetto dell’Allegri pensiero, «la partita più importante è quella di mercoledì». Ovvero quella contro lo Young Boys, ultimo turno del girone di Champions: «Lì ci giocheremo il 1° posto, mentre Juve-Inter è una normale partita di campionato». Appunto. Quando la tensione rischia di salire troppo, il tecnico livornese l’allontana: i giocatori gli vanno dietro e anche questo spiega la forza bianconera. Dopo di che è chiaro che la sfida ai nerazzurri, stasera allo Stadium, ha fascino tutto particolare e non c’è nemmeno da spiegarne il motivo. La Signora arriva alla sfida con il vento in poppa e due soli punti lasciati per strada sui 42 disponibili: «Per arrivare a 90 e vincere il titolo, abbiamo il vantaggio rispetto ai nostri avversari di dovere fare un po’ meno strada. Tutto però è ancora possibile. Napoli e Inter sono i nostri antagonisti». Per quanto rispettivamente a -8 e -11, così è in effetti pur sapendo che ormai la sola avversaria della Juventus è la Juventus stessa.

Senza Khedira e Alex Sandro (De Sciglio giocherà a sinistra), il dubbio di formazione riguarda Bentancur, dolorante alla schiena: non dovesse farcela, possibile (ma rischioso) il ritorno di Emre Can dopo l’operazione o il passaggio al 4-4-2 con esclusione di uno tra Dybala e Mandzukic. L’uruguagio però alla fine dovrebbe farcela e allora poco o nulla cambierebbe: per lo spettacolo, meglio così.

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati
Sport