Spettacoli

«Impegnativo essere Ez soprattutto per il fisico»

JD Pardo Mayans MC

TELEVISIONE La vita temeraria e libera dei motociclisti è senz’altro affascinante. Per questo, Mayans MC promette di appassionare con la cronaca dell’esistenza criminale di Ezekiel "EZ" Reyes, aspirante membro di una banda californiana. La serie dal 6 dicembre alle 21 su Fox è stata presentata nel corso di FoxCircus, evento milanese dedicato alle serie Fox che ha riunito più di 50mila visite e ospitato JD Pardo, il protagonista.

Di cosa parla Mayans MC?
«È la storia di una banda di motociclisti, e in particolare di Ez, che ha patito la prigione ed è in cerca di vendetta per i torti che ha subito. Mayans MC nasce da una costola di Sons of Anarchy, serie molto amata sui biker, per cui è una bella responsabilità essere al suo livello».

Come si è preparato?
«È stato impegnativo specialmente a livello fisico, perché volevo mostrare come il mio personaggio, che è stato in prigione, ne fosse stato trasformato non solo psicologicamente ma anche fisicamente. Per questo ho messo su peso e muscoli per apparire più grosso e ferale».

Qui al FoxCircus avrai incontrato molti fan: è importante il rapporto con il pubblico?
«Molto, perché, come accennato, abbiamo ereditato i seguaci di Sons of Anarchy, che sono molto ‘calorosi’; ho una pagina Instagram, in cui mostro scene dal set, e apprezzano molto».

 

Sei stato nel cast di Twilight…
Sì.Ti svelo un aneddoto: è stato su quel set che ho capito che la cosa che desideravo di più al mondo era recitare. Ho visto l’attore Michael Sheen declamare un monologo ed era eccezionale, mi ha ispirato tantissimo.
 

 

 

Spettacoli