Fatti&Storie

I pacchi non ritirati andranno alla Caritas

Roma

Nella 33° Giornata internazionale del Volontariato Poste ha presentato “Valori Ritrovati”, iniziativa che devolve alle famiglie in difficoltà il contenuto dei pacchi non ritirati o non consegnati per l’impossibilità di trovare il destinatario e fino a oggi mandati al macero. Oggetti di ogni tipo – capi di abbigliamento, giocattoli, piccoli elettrodomestici, utensili per la casa – fino a oggi destinati alla distruzione - troveranno così nuovi proprietari. Grazie a un accordo con la Caritas Diocesana di Roma, il contenuto dei pacchi sarà infatti recuperato e consegnato agli “Empori della Solidarietà” di Caritas, un circuito di supermercati che fornisce gratuitamente prodotti di prima necessità alle famiglie bisognose.

Economia circolare. L’iniziativa “Valori Ritrovati” è stata presentata oggi dall’Amministratore Delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, insieme a Don Benoni Ambarus, Direttore della Caritas Diocesana di Roma. “Con questo progetto – ha detto Matteo Del Fante - Poste Italiane dà attuazione pratica ai principi di economia circolare, aiutando migliaia di famiglie meno fortunate. L’iniziativa nasce dalla volontà dell’Azienda di promuovere e sviluppare la propria presenza a livello nazionale e territoriale a sostegno di iniziative di inclusione e di solidarietà sociale, favorendo la partecipazione e il coinvolgimento dei suoi oltre 135 mila dipendenti in un quadro di responsabilità sociale d’impresa diffusa e partecipata”.

Volontari. L’iniziativa prevede la partecipazione di volontari di Poste Italiane che saranno impegnati a Roma, Perugia e Pescara nella distribuzione dei beni, per le attività di magazzino e nelle pratiche amministrative. Poste Italiane ha individuato come partner la Caritas Diocesana di Roma per la sua funzione di referente della rete nazionale di Empori della Solidarietà, supermercati a tutti gli effetti presenti in Italia, dove le famiglie in difficoltà possono approvvigionarsi gratuitamente di generi di prima necessità.

Pacchi. Tutti i plichi vengono aperti e verificati al loro interno. Rientrano nella tipologia dei pacchi oggetto dell’iniziativa i “colli anonimi”, cioè quelli che non presentano alcuna informazione che possa far risalire al mittente/destinatario, e i “colli abbandonati”, vale a dire i pacchi non recapitabili al destinatario e rifiutati dal mittente.

Articoli Correlati
Fatti&Storie