Sport

Bufera Var, per Nicchi l'errore è «inconcepibile»

Calcio

CALCIO Bufera Var, il giorno dopo. «Non riesco a capire come si sia potuto fare un errore del genere, è   inconcepibile». Persino il presidente degli arbitri Marcello Nicchi ammette la gravità della svista sul  fallo da rigore su Zaniolo in Roma-Inter non valutato dalla Var.  
Da inizio campionato sono state almeno otto le sviste grossolane  di un sistema concepito per aiutare gli arbitri a sbagliare di meno ma che, con il nuovo protocollo di applicazione, si avvita in una spirale di incertezza. Ma quello di Roma-Inter è un errore particolare: il  fallo di D’Ambrosio su Zaniolo era infatti un errore chiaro ed evidente. Anche con il nuovo protocollo, che restringe il campo d’intervento, è inspiegabile che il Var Fabbri non abbia richiamato l’arbitro Rocchi, all’on field review. La soluzione del giallo dell’Olimpico starebbe nel fatto che mentre  la regia trasmetteva le immagini “strette”, Fabbri si sarebbe accontentato di immagini poco probanti.
Ora in Champions
Nel frattempo, il rigore comico concesso a Sterling contro lo Shakhtar Donetsk  ha fatto cadere le ultime resistenze: la Var debutterà in Champions League già negli ottavi di finale di questa stagione senza dover attendere l'inizio della prossima.
La lista degli errori in questo campionato
• Fischio anticipato che cancella il gol buono di Berenguer in Udinese-Torino.
• Mancato rigore al Bologna contro l’Udinese.
• Mancato controllo sul rigore concesso al Chievo contro il Bologna.
• Rigore da togliere alla Fiorentina con l’Atalanta.
•  Rigore negato all’Inter contro il Parma per fallo di mano.
• Mancato annullamento del gol del Frosinone per carica su Sirigu contro il Torino.
• Mancato rosso per chiara occasione da gol a Vicari in Lazio-Spal

 

Articoli Correlati
Sport