Sport

Roma-Inter, 2-2 da brividi Ira di Totti contro il Var

Campionato

CALCIO Un 2-2 stupendo, degno figlio di un match apertissimo, quello maturato all’Olimpico. Peccato però che il punticino non sposti un gran che. La Roma resta distante dal 4° posto. L’Inter resta appaiata al Napoli, in attesa che stasera gli uomini di Ancelotti giochino il posticipo.
Primo tempo molto vivace, tecnico, ficcante. L’Inter si rende pericolosa con Keita e Icardi, prima che, al 26’, Florenzi, servito da un tacco delizioso di Schick, prenda il palo con un fortissimo piatto. È l’inizio di una fase calda, condita da una “castagna” di un potentissimo Zaniolo da 25 metri, parata, e da un paio di percussioni interiste di D’Ambrosio per Keita. L’ultima di queste, al 37’, viene trasformata in gol: grande momento per l’attaccante senegalese, già a segno col Frosinone, ieri sera in campo alle spalle di Icardi nel “tridente” con Perisic e Joao Mario. Chiude il tempo una super punizione di Kolarov quasi nel “7”, su cui Handanovic si supera. Nella ripresa, ottovolante. Si comincia al 51’, con una sassata impressionante di Under che vale l’1-1 (Handanovic basito), si continua con uno stacco imperioso di testa di Icardi che sigla il 2-1 per l’Inter (66’) e con il gomito largo di Brozovic, che correttamente causa un rigore dopo consulto col Var: 2-2 con bomba imparabile di Kolarov dal dischetto (76’). Si finisce col coltello tra i denti, e gli ultimi acuti di Politano e Cristante.

Totti: «Vergogna, rigore non dato»
«Una partita molto bella, tra due grandi squadre», dice Totti a Sky. Poi però scoppia: «Così non si può andare avanti. Una vergogna. Come è possibile che quelli del Var non vedano un rigore così?». Si riferisce al netto sgambetto di D’Ambrosio ai danni di Zaniolo nel 1° tempo sullo 0-0. Che Rocchi non vede.

SERGIO RIZZA
Twitter: @sergiorizza

Articoli Correlati
Sport