Sport

Apollon-Lazio 2-0 Inzaghi, addio secondo posto

Europa League

CALCIO Serviva una vittoria a Nicosia, contro il già eliminato Apollon, ed invece per la Lazio è arrivata una sconfitta. Un ko che costa caro, perchè nel frattempo il Francoforte demoliva il Marsiglia (4-0) e si assicurava con un turno di anticipo il primo posto nel girone, a 15 punti: proprio quello a cui ambivano i biancocelesti. A questo pounto, la gara proposta nel prossimo turno (gli uomini di Inzaghi ospiteranno i tedeschi) è assolutamente inutile ai fini della classifica. La Lazio è seconda, a 9 punti. 
Capolavoro di Faupala 
Il primo tempo, giocato in uno stadio praticamente deserto, è stato assolutamente povero di contenuti se si fa eccezione per il capolavoro con cui Faupala regala il vantaggio ai ciprioti.
 Nel secondo tempo la Lazio ci mette più pepe, ma la partita resta alquanto brutta  e la squadra di Inzaghi è stata molto leziosa soprattutto nei primi venti metri, dove ha concesso molto come si è visto ad otto minuti dalla fine in occasione del gol di Markovic, che porta il risultato sul 2-0 e chiude la partita. Per l’Apollon Limassol è stata la prima vittoria della storia contro una squadra italiana. Il problema, a dirla tutta,  è che a Nicosia i ciprioti hanno incontrato una Lazio imbottita di riserve: l’ampio turnover lanciato da Inzaghi ha visto in campo  dal primo minuto Proto, Bastos, Murgia, Cataldi, Caceres, Durmisi e Berisha (a partita ormai persa è entrato anche Niccolò Armini, difensore classe 2001). L’Apollon invece, benchè eliminato, ha trovato le giuste motivazioni (e soprattutto ha praticato un turnover molto più moderato) ed ha portato a casa la partita con merito.           

Articoli Correlati
Sport