Sport

Contro gli Stati Uniti l'Italia verde

Calcio

CALCIO Largo ai giovani. Stasera, a Genk (Belgio, ore 20,45), l’Italia di Mancini affronterà gli Stati Uniti immaginandosi nel futuro. Giusto così, puntando ai prossimi Europei e anche un po’ oltre. “Siamo qui per vedere i giocatori come Tonali -. ha spiegato il ct -. Anch’io sono curioso di vederli”.

Avanti, allora. Con il bimbo prodigio del Brescia (classe 2000) pronto a prendersi il centrocampo e a fare intravedere a tutti le qualità di ‘erede di Pirlo’ che tanti hanno già ammirato. Su di lui c’è peraltro mezza serie A e non solo: certamente la Juve, ma anche il Napoli e l’Inter hanno buttato lì ammiccamenti con il presidente Cellino, il quale dal canto suo già pregusta una prossima asta. Tonali, ma non solo: tra gli undici che sfideranno gli States (tra i quali giocherà il figlio di Weah) ci saranno anche i vari Rugani, Barella, Berardi, Lasagna e Politano. Tutti in cerca di minuti qualità e di esperienza internazionale. In panchina, poi, occhio a Moise Kean: coetaneo di Tonali, 12’ soltanto quest’anno con la Juve ma già capace di esordire in campionato e in Champions a soli 16 anni e otto mesi. Suo anche il primo gol realizzato da un ragazzo nato negli anni 2000 e festeggiato contro il Bologna, sempre in bianconero: dall’Under 21, dove ha giocato (bene) recentemente, alla rappresentativa dei più grandi il salto è lungo, ma sul suo talento non ci sono dubbi. E a gennaio la Signora potrebbe mandarlo in prestito per farlo maturare ancor più: lo scorso anno, con il Verona, 4 reti in 19 presenze. Numeri che saranno presto aggiornati.

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati
Sport