Fatti&Storie

Piazza Baldissera Caos senza fine

TORINO

TORINO Lunghe code, traffico infernale e azioni, come la chiusura di Corso Venezia, che non stanno dando i frutti sperati, mentre l’opposizione chiede la testa dell’assessore ai trasporti della Città, Maria Lapietra.

Per il caso piazza Baldissera l’ultima frontiera sarà una task force di esperti della Città, del dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture del Politecnico e della Città Metropolitana, che dovrà trovare delle soluzioni. Nella piazza, dove si snoda la viabilità della zona nord di Torino, convergono 12 strade tra corsi, vie e controviali. Dopo la demolizione del cavalcavia nel 2016, l’apertura della Spina e l’inizio dei lavori di abbattimento del ponte di corso Grosseto, la piazza è diventata un’emergenza.

«Quella rotonda è stata una follia progettuale – spiega l’assessora Lapietra - ma adesso non serve far polemiche sul sottopasso che comunque non si può fare in pochi giorni. Bisogna risolvere l’emergenza». Dal centrosinistra in Aula è arrivata la mozione di sfiducia, anche la Lega chiede la testa dell’assessora, come la presidente della Commissione trasporti della Regione Nadia Conticelli: «Si dimetta. È il minimo che ci aspettiamo». E la polemica corre anche sui social, con l’evento-provocazione “Metterci tutta la sera ad attraversare Baldissera”.

CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati
Fatti&Storie