Fatti&Storie

Marra, la Procura chiede condanna a 4 anni e mezzo

Roma

La procura di Roma ha chiesto di condannare a 4 anni e sei mesi di carcere Raffaele Marra, ex capo del personale del Comune di Roma. Marra è accusato di corruzione per la compravendita di un appartamento. Il procedimento riguarda i quasi 400 mila euro che Marra avrebbe ricevuto dal costruttore Sergio Scarpellini nel 2013 per l'acquisto di un appartamento nella zona di Prati Fiscali poi intestato alla moglie. La pm Barbara Zuin ha chiesto anche la confisca dell'appartamento e di non concedere le attenuanti generiche per Marra. La posizioni di Scarpellini, imputato per concorso in corruzione, è stata stralciata lo scorso luglio per le sue gravi condizioni di salute.

Articoli Correlati
Fatti&Storie