Fatti&Storie

Bruxelles bastona Roma "Deficit salirà al 2,9%"

manovra

Il deficit nominale dell'Italia salirà al 2,9% nel 2019, secondo le previsioni economiche d'autunno pubblicato oggi dalla Commissione europea. La stima del governo italiano contenuta nel Documento programmatico di bilancio è di un deficit al 2,4% il prossimo anno. Secondo la Commissione, il deficit nominale dovrebbe poi salire al 3,1% nel 2020 contro il 2,1% indicato dal governo nella nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza. La stima dell'Ue non include le clausole di salvaguardia che sono state previste nella nota di aggiornamento del documento di economia e finanza dell'Italia. Il deficit per il 2018 è previsto al 1,9% dalla Commissione. 

Pil.  Il Pil dell'Italia dovrebbe crescere del 1,2% nel 2019 contro una stima del governo del 1,5%, secondo le previsioni economiche d'autunno pubblicate oggi dalla Commissione europea. La scorsa estate l'esecutivo comunitario aveva previsto una crescita del 1,1% per l'Italia il prossimo anno. Secondo la Commissione, il Pil italiano si dovrebbe attestare al 1,3% nel 2020 contro la stima del 1,6% indicata dal governo nella nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza. Nel 2018 il Pil dell'Italia dovrebbe fermarsi al 1,1%, secondo la Commissione. 

Tria: analisi non attenta. Le previsioni della Commissione europea relative al deficit italiano "sono in netto contrasto con quelle del Governo italiano e derivano da un'analisi non attenta e parziale del Documento Programmatico di Bilancio (Dpb), della legge di bilancio e dell'andamento dei conti pubblici italiani, nonostante le informazioni e i chiarimenti forniti dall'Italia". Così in una nota il ministro dell'Economia Giovanni Tria commenta le previsione autunnali della Ue. "Ci dispiace constatare - sottolinea - questa defaillance tecnica della Commissione, che non influenzerà la continuazione del dialogo costruttivo con la Commissione stessa in cui è impegnato il Governo italiano". E conclude: "Rimane il fatto che il Parlamento italiano ha autorizzato un deficit massimo del 2,4% per il 2019 che il Governo, quindi, è impegnato a rispettare". 

Articoli Correlati
Fatti&Storie