Sport

Ronaldo: «Alla Juventus perché il Real non mi considerava»

Cristiano Ronaldo

Calcio  «Sono andato alla Juventus non per soldi ma perché mi voleva davvero. E al Real Madrid non ero più considerato come prima, soprattutto da Florentino Perez». Cristiano Ronaldo parla a France Football sulla sua decisione di dire sì al club bianconero, e sul Pallone d’Oro dice: «Voglio il sesto e penso di meritarlo». «Al Real Madrid sentivo, soprattutto da parte del presidente, che non mi consideravano più come all’inizio», spiega CR7, sottolineando che «se tutto riguardasse i soldi, mi sarei trasferito in Cina, dove avrei guadagnato cinque volte di più. Non sono venuto alla Juve per i soldi. La differenza è che, alla Juve, mi volevano davvero». Poi parla delle accuse di stupro: «È chiaro che questa storia interferisce con la mia vita. Ho una compagna, quattro figli, una famiglia cui sono molto legato. Per non parlare della mia reputazione, che è esemplare». «Il peggio è per mia madre e le mie sorelle. Sono sbalordite e allo stesso tempo molto arrabbiate». «So chi sono e cosa ho fatto, un giorno la verità verrà a galla, e le persone che mi criticano o che che trasformano la mia vita in un circo, se ne accorgeranno», ha aggiunto il fuoriclasse.

Articoli Correlati
Sport