Motori

La Citroen Mehari: 50 anni ricordando Siani

Auto d'epoca

AUTO Al Salone Auto e Moto d'Epoca a Padova che si svolge dal 25 al 28 di ottobre, Citroen celebra i 50 anni di uno dei suoi tanti modelli storici, la Mehari. Sullo stand all’insegna del colore, realizzato per l’evento di Padova dal Centro Documentazione Storica Citroen sono esposti due modelli di Mehari: una verde Tibesti e una arancio Kirghiz. La prima è targata NA K14314 ed è la vettura appartenuta a Giancarlo Siani, il giovane giornalista ucciso dalla camorra a Napoli per le sue inchieste sul rapporto tra criminalità organizzata e politica. Una vettura che ancora oggi resta un simbolo di coerenza ed onestà. La seconda, nella colorazione arancio è, invece, una vettura di serie, fresca di restauro che rappresenta un altro aspetto della storia della storia della Mehari: quella di una vettura sbarazzina, allegra, super colorata, simbolo della gioia di vivere di generazioni di giovani che hanno visto e che ancora vedono nella "spiaggia" Citroen il mezzo ideale per lo svago ed il divertimento. Una storia quella di Siani raccontata nel libro NA K14314 di Paolo Miggiano che ripercorre la storia della Mehari di Giancarlo Siani e del suo viaggio, terminato il 23 settembre del 1985 con l'omicidio del giornalista e ripartito il 23 settembre del 2013 da Napoli e che ha portato questo simbolo di libertà e coerenza prima a Roma, nei palazzi delle istituzioni, tra Camera e Senato, poi su fino al Parlamento Europeo, a Bruxelles, dove il presidente Martin Schulz ha voluto sedersi al volante della vettura per affermare l'importanza dei valori di cui la Mehari di Giancarlo Siani è stata una portavoce inimitabile.

CORRADO CANALI

Articoli Correlati
Motori