Spettacoli

«I miei contadini? Imprevedibili e originali»

Diletta Leotta Il contadino cerca moglie

TELEVISIONE Passa con disinvoltura dal calcio all’intrattenimento puro, Diletta Leotta, giornalista e conduttrice tv e radio, ha l’appeal giusto per condurre Il contadino cerca moglie, show in onda da mercoledì (h. 21.10) su Fox Life. Coltiverà l’amore aiutando i protagonisti della IV stagione a trovare l’anima gemella e promette: «Sarò loro complice, spero di divertire chi ci guarderà».

Leotta, c’è qualche storia o contadino che ha attirato la sua attenzione?
«Il mio ruolo impone l’imparzialità, ma posso dire che nelle fattorie si respira un’aria diversissima dagli studi tv. I contadini poi, sono imprevedibili e con storie molto originali da raccontare, sono sicura che appassioneranno il pubblico. Stavolta poi, entrano in gioco anche le contadine».
 
Simona Ventura e Ilenia Lazzarin l’hanno preceduta, cosa pensa di loro?
«Le ho seguite entrambe. Sono due donne e professioniste differenti. Simo è un pilastro della tv italiana. Ilenia è una brava attrice e conduttrice».

Classe 1991, laureata in Giurisprudenza nel 2016. Quanta gavetta ha fatto in tv?
«Avevo 14 anni quando ho fatto i primi lavori in tv, a 19 ero a Sky, dove sono cresciuta. Ho imparato a vivere ogni esperienza con curiosità ed entusiasmo. Ora mi diverto anche in radio, tutti i giorni su Radio 105. Ma la gavetta non è mai abbastanza».

Lei si definisce solare, disordinata, golosa e brava in cucina. Il suo piatto forte?
«Pasta alla norma e lasagna. Due piatti realizzati con ricette (segrete) di famiglia che si tramandano da generazioni».

Due dei suoi miti sportivi sono Paolo Maldini (con cui lavora a Dazn) e Roger Federer, l’ha conosciuto?
«Purtroppo  no, ma apprezzo la sua eleganza naturale e la facilità con cui compie gesti quasi sovrannaturali».

E di Maldini cosa le piace?
«È stato un grande campione in campo ed è una gran persona anche nella vita, piacevole, simpatica, umile e garbata».

 

BARBARA NEVOSI

Spettacoli