Fatti&Storie

Hag, Appendino si appella al Mise

TORINO

TORINO Dopo l’arcivescovo Cesare Nosiglia, ieri è stata la sindaca Chiara Appendino a visitare i dipendenti dello stabilimento Jde di Andezeno che rischiano di perdere il lavoro per la chiusura della fabbrica in cui da 60 anni si producono i caffè Hag e Splendid.

«Non è comprensibile che un’azienda delocalizzi, e lo è ancor più in assenza di una situazione di crisi - ha dichiarato Appendino -. Il 22 ottobre ci sarà un incontro al Ministero dello Sviluppo economico e, come Città di Torino, ho dato la disponibilità a intervenire come parte attiva. Siamo al fianco dei lavoratori e ci impegniamo sin da ora, con loro, a trovare una soluzione a questa vergognosa situazione».

Chiedono un incontro a Roma con il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio anche i 120 lavoratori della Comital e della Lamalù, due aziende di Volpiano fallite a giugno lasciando i dipendenti senza stipendio. Ieri nessuna soluzione è stata trovata durante l’incontro all’assessorato regionale del Lavoro e nemmeno a quello tra i curatori fallimentari e il Mise. «Confidavamo in un esito diverso», ha dichiarato l’assessora Gianna Pentenero. Per questa ragione i sindacati dei metalmeccanici ha domandato alla Regione di richiedere un incontro urgente al ministro Luigi Di Maio.

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

Articoli Correlati
Fatti&Storie