Spettacoli

Con gli Skatalites una serata a tutto ska

Musica/Torino

TORINO Gli storici della musica individuano in loro i pionieri dello ska. Anzi, sembra che il nome del famoso genere in levare si debba proprio a questo “combo” dalle origini lontanissime. Gli Skatalites, infatti, nascono in Giamaica nel lontano 1964 come una specie di supergruppo, che riuniva il meglio dei musicisti locali. Vanno in tour ma si sciolgono già nel 1965, per riformarsi nel 1983 e poi riprendere a suonare in giro per il mondo, fra vari cambi di formazione e dolorose defezioni. 

Nel corso del tempo hanno realizzato una lunga serie di album, fra cui il più recente “Platinum Ska”, di un paio d'anni fa, e hanno collaborato con leggende come Toots And The Maytals, Prince Buster e The Wailing Wailers con Bob Marley.

Il loro sound ha ispirato decine di band, tra cui classici come Clash, Specials e Police, e rimane tutt'oggi godibile e ballabile, senza dimenticare l'impegno sociale. 

Lo storico gruppo sarà mercoledì all'Hiroshima (ore 22, euro 19.55) con la sua cantante e co-fondatrice Doreen Shaffer e la consueta messe di fiati per una serata tutta ritmo e buone vibrazioni. In scaletta successi di ieri e di oggi, fra cui l'immancabile “Guns Of Navarone”, la loro più grande hit. 

Per oggi, invece, al Mondadori Bookstore, alle 18, Valerio Scanu incontrerà i fan e firmerà copie del suo nuovo cd, “Dieci”, album che parla d’amore in tutte le sue sfaccettature e festeggia i primi dieci anni di carriera dell'artista sardo. 

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati
Spettacoli