Spettacoli

La musica di Mawinbi apre stasera "O Festival"

Musica

MUSICA «L’interiezione “O” espimeva in latino un’ampia gamma di emozioni: dolore, desiderio, ammirazione, stupore...Questo festival ha l’ambizione di ripopolare le Terme di Diocleziano, di vivificarle della presenza di donne e uomini che si ritrovano per farsi del bene. Come fu un tempo le Terme saranno un luogo di unione, di prosperità, aperto a tutti. Al posto dell’acqua scorre la musica...». Queste le pariole del direttore artistico Cristiano Leone per introdurre “O Festival”, una delle grandi sorprese della nuova stagione musicale romana, in programma fino alla metà di dicembre alle Terme di Diocleziano. Sul palco (eventi gratuiti con obbligo di prenotazione) saliranno alcuni dei più interessanti protagonisti della musica elettronica e del pop italiano e internazionale. «Le parole d’ordine sono quattro: sperimentare, aprirsi, interagire, conoscersi. È presente una moltitudine di generi musicali, dalla techno all’elettronica, passando per l’altro, l’indie-pop, la dance il nu-folk, la classica, il dub. Lo stesso vale per la danzache si delinea fra contemporanea, acrobatica e hip hop futurista». Ospite di stasera (h19) sarà Mawimbi, collettivo di dj e musicisti con sede a Parigi. Domani sarà la volta della performance interattiva di Pierre Jodlowski e Francois Donato, mercoledì della musica sperimentale di William Basinski, giovedì della danza di Lisbeth Gruwez. Info@o-termedidiocleziano.com.

Stefano Milioni

Articoli Correlati
Spettacoli