Spettacoli

Newcombe in Santeria, serata a tutto rock

Milano/Musica

MILANO Sono un vero gruppo di culto. E la definizione, una volta tanto, è più che mai azzeccata. Perché da anni The Brian Jonestown Massacre portano avanti un discorso di rock alternativo/psichedelico senza compromessi e, a tratti, sperimentale, guadagnandosi la stima di vari colleghi e l'amore incondizionato di uno zoccolo duro di fan. Non a caso il concerto di domani al Santeria Social Club è già tutto esaurito.

Il gruppo prende il suo bizzarro nome da Brian Jones, compianto chitarrista dei Rolling Stones, e dal suicidio di massa di Jonestown del 1978.

Al centro c'è la figura di Anton Newcombe, leader talentuoso e dalla vita spericolata, stile genio e sregolatezza, che in quasi 30 anni di musica ha sfornato una serie di dischi seminali, capaci di influenzare decine di musicisti.

L'ultimo lavoro s'intitola “Something Else” ed è il primo dei due album che la band pubblicherà nel 2018.

Tutti da godere i loro selvaggi live, che a causa dell'instabilità di Newcombe mantengono sempre una fascinosa aura d'imprevedibilità. 

Nell'attesa ecco per oggi un paio di appuntamenti più soft: alle 18.30 alla Feltrinelli Red Porta Romana il cantautore Niccolò Agliardi presenta la sua antologia “Resto”, che comprende anche il singolo inedito “Johnny”, di cui è on line il videoclip scritto e diretto da Michele Piazza e interpretato da Luigi Fedele.

Al Blue Note, invece, ariva il pianista jazz Ramòn Valle (ore 21, euro 25/30), col suo stile eclettico e variegato: «A volte mi sento come un trovatore - spiega - perché io racconto storie, ma storie senza parole».

DIEGO PERUGINI

 

Articoli Correlati
Spettacoli