Spettacoli

«Sono andato alla ricerca del Michelangelo uomo»

Enrico Lo Verso

FILM «All’inizio mi sono chiesto, come mi accade spesso prima di scegliere un ruolo, se sarei stato all’altezza ma poi anche stavolta ha vinto il desiderio di sfida e io mi sono buttato».  Stavolta Enrico Lo Verso lo ha fatto in nome del grande Michelangelo Buonarroti. E lo ha fatto con toccante energia in un film, “Michelangelo Infinito”, che vedremo al cinema dal 27 settembre al 3 ottobre e poi su Sky, trattandosi di produzione originale Sky con Magnitudo Film e distribuita da Lucky Red.

Alta definizione e una narrazione di vita e arte che cavalca tra i racconti dei due protagonisti, Michelangelo e Giorgio Vasari (Ivano Marescotti) nella cornice delle Cave di Marmo di Carrara. Alla ricerca non solo del Michelangelo, creatore geniale del David, della Pietà, della Cappella Sistina ma del Michelangelo uomo dietro l’immensità dell’artista. Con le parole di Lo Verso: «Sono andato alla ricerca dell’uomo e ho scoperto un Michelangelo che non conoscevo. Un uomo carico di complessità e sempre alla ricerca della perfezione. Anche con molta durezza. Michelangelo era infatti un uomo aspro, con gli altri ma prima ancora con se stesso. Non si concedeva quasi nulla, lavorava senza tregua, senza un momento di svago e quasi senza collaboratori. Era sempre da solo a lavorare in continua ricerca della perfezione. Il cinismo e l’asprezza che gli appartenevano servivano a questo: a restare tesi verso la perfezione. E vorrei che questo film lasciasse nello spettatore il desiderio del bello».

 

 

SILVIA DI PAOLA

 

Spettacoli