Fatti&Storie

Attacchi web a Mattarella ora indaga la Procura

Roma

La procura di Roma ha aperto un'inchiesta ipotizzando i reati di 'attentato alla libertà del presidente della Repubblica' e di 'offesa all'onore e al prestigio del Capo dello Stato' in relazione agli attacchi via web rivolti a Sergio Mattarella. Il periodo in esame, da parte degli inquirenti che hanno delegato gli accertamenti alla polizia postale, è quello dello scorso maggio: il sospetto è che possa esserci l'azione di troll russi. 

Profili Twitter. L'indagine è coordinata dal procuratore aggiunto Angelantonio Racanelli ed è stata assegnata al pm Eugenio Albamonte, che fa parte del pool di magistrati che si occupano di reati informatici e di antiterrorismo. Nel fascicolo si ipotizza anche il reato di sostituzione di persona in relazione agli oltre 400 profili twitter, tutti riconducibili ad un'unica fonte, comparsi sui social network la notte tra il 27 e il 28 maggio scorso. Da quei profili sono partiti tantissimi messaggi di insulti e inviti alle dimissioni rivolti al Capo dello Stato

Articoli Correlati
Fatti&Storie