Sport

Ronaldo lunedì a Torino Sarà uno sbarco low profile

CALCIOMERCATO

CALCIO Niente festa per Cristiano Ronaldo. A sorpresa, va detto. Perché pareva scontato che lunedì sera, dopo la presentazione alla stampa, la Juventus aprisse lo Stadium ai propri tifosi per festeggiare CR7: si era già parlato di giochi di luce spaziali, di un ospite musicale e di una serata indimenticabile. Invece, come non detto: a metà pomeriggio, la società ha comunicato che non se ne sarebbe fatto nulla. Il motivo? Secondo alcuni, problemi di autorizzazioni da parte della Questura. Secondo altri, difficoltà nel gestire le prenotazioni che sarebbero state necessarie per partecipare alla festa. O, ancora, la scelta dello stesso Ronaldo di adottare un profilo basso. Quindi: visite mediche, conferenza stampa e via di nuovo in vacanza. Mentre la Juve - che spera sempre di vendere Higuain e Rugani al Chelsea per un centinaio di milioni, ma che potrebbe ricevere dal Liverpool un’offerta di 90 per Dybala - fa boom sui social: l’account twitter in due giorni ha guadagnato 1.1 milioni di follower raggiungendo i 6.16 milioni con un aumento del 20%.
ROMA Il Liverpool pare essere passato in pole position per Alisson: 70 milioni la richiesta di Monchi, che invece pare avere trovato l’accodo con Florenzi sulla base di 3 milioni più bonus fino al 2023. Telenovela vicina alla conclusione, con fumata bianca  probabile. Visto da Roma, Ronaldo non fa (forse) tanta paura. «A me non spavente: io lo sfido in velocità», ha detto Manolas.  
INTER Sul taccuini di Ausilio restano Malcolm (centrocampista, Bordeaux) e dell’esterno Vrsaljko
LAZIO Dal Corinthias può arrivare il 29enne terzino Fagner (6 milioni).
TORO Krunic (Empoli) continua a piacere, così come l’ex juventino Pereyra ma prima prima Petrachi deve sfoltire. Cairo, al solito, si è detto soddisfatto del mercato confermando anche Niang.

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati
Sport