Fatti&Storie

Fumo sul convoglio Passeggeri scendono sui binari

metro/trenord

TRASPORTI Un cavo della linea aerea che cade su un treno carico di pendolari. Un’altra linea di alimentazione messa ko dal maltempo, che ferma un’intera tratta per ore. Sempre il maltempo che fa cadere alcuni rami su binari, bloccando numerosi convogli. Sono gli ingredienti della tempesta perfetta che mercoledì si è abbattuta sulle linee lombarde, trasformando  una “normale” giornata lavorativa di migliaia di pendolari  in un incubo. Come testimoniato dalle migliaia di post sui social. 

L’episodio più grave si è registrato sulla S5  tra le stazioni di Parabiago e Legnano, dove un cavo dell’alta tensione della linea gestita da Rfi si è staccato ed è entrato in contato col tetto di una carrozza del convoglio Trenord partito da Varese alle 7,13. I passeggeri, spaventati dal fumo e dalle scintille, si sono riversati sui binari e hanno raggiunto a piedi la stazione di Legnano. A quel punto, l’intera circolazione è stata bloccata per presenza di persone sulla massicciata. Alle ore 17,  su 78 treni programmati, 24 avevano fatto ritardo, mentre 24 erano stati soppressi.

Ma rallentamenti si erano registrati dalle 5.20 alle 7.15 anche sulla  Milano-Mortara a causa di un guasto agli impianti nella stazione di Parona Lomellina. Qui i treni hanno registrato ritardi fino a 40 minuti.

Non era andata bene neanche fra Monza e Sesto S. G., dove i convogli sono stati rallentati dai rami caduti sui binari per il vento. Infine, sulla Lecco - Bergamo circolazione sospesa dalle 5.10 fra Calolziocorte-Olgiate e Ponte San Pietro sempre a causa del maltempo. 

 

Fatti&Storie