Fatti&Storie

Pronto taglio dei vitalizi Ma scattano i ricorsi

camera

ROMA «Un ulteriore passo per il superamento definitivo dei privilegi». Così il presidente della Camera, Roberto Fico, ha definito la sua proposta di delibera taglia-vitalizi che prevede il ricalcolo secondo il metodo contributivo dell’attuale sistema di assegni erogati dalla Camera agli ex parlamentari. «Parliamo di 1.338 vitalizi che saranno tagliati dal 40 al 60% - ha precisato Fico - e il ricalcolo, elaborato insieme a Inps e Istat, permetterà un risparmio di circa 40 milioni di euro all’anno. Significa 200 milioni di euro a legislatura».

«Poi tocca alle pensioni d'oro»

Ora la delibera inizierà il suo iter e se verrà approvata le nuove norme entreranno in vigore dal prossimo primo novembre. Ma l’associazione degli ex parlamentari annuncia ricorsi e battaglia legale, mettendo in evidenza «i vizi di costituzionalità nell’applicare retroattivamente la legge Dini». «Se ne facciano una ragione - ha replicato il ministro Luigi Di Maio - quelli sono privilegi rubati non sono diritti acquisiti». E il vicepremier rilancia: «Dopo i vitalizi passeremo alle “pensioni d’oro” superiori ai 4.000-5.000 euro».

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie