Spettacoli

Pearl Jam all'Olimpico l'anima di Seattle è sempre viva

Pearl Jam

ROMA Una delle realtà di riferimento della storia recente del rock domani alle 21 sul palco dello Stadio Olimpico. Dopo 22 anni tornano a esibirsi nella Capitale i Pearl Jam, gruppo nato nel 1990 a Seattle, che ha contribuito in modo decisivo alla diffusione del grunge, genere che metteva insieme hard rock, punk ed heavy metal e che ha fortemente segnato la seconda metà degli anni ‘80. Con le loro atmosfere e i loro richiami al rock degli anni ‘70 i Pearl Jam hanno però creato qualcosa di unico e personale, un suono immediatamente riconoscibile con il quale hanno ben presto conquistato l’attenzione di critica e pubblico.

L’atteggiamento “anti-commerciale”, il tentativo di non rimanere imprigionati nelle rigide regole dello star-system, hanno sempre accompagnato un percorso artistico fra i più autentici e coraggiosi. Nel corso della loro carriera hanno venduto più di 85 milioni di dischi in tutto il mondo e nell’aprile del 2017 sono stati inseriti nella Rock&Roll Hall of Fame.

Eddie Vedder e compagni (Stone Gossard, Mike McReady, Jeff Ament, Matt Cameron) ripercorreranno nel concerto romano- ultima tappa del tour nel nostro paese- tutte le fasi più significative della loro avventura musicale fino a “Can’t Deny Me”, il singolo che anticipa un nuovo album di inediti che uscirà nel 2019. Vedder lo ha cantato la sera della premiazione degli Oscar, dedicandolo a Tom Petty, scomparso pochi mesi fa, il 2 ottobre 2017. (Info: 06-54220870).

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati
Spettacoli