Libri

Tendere la mano al vicino per non rimanere da soli

Libri/Lusenti

INTERVISTA Ripartire da zero? Succede quando si è costretti a lasciarsi qualcosa o qualcuno alle spalle, o quando si sceglie di farlo. Succede quando c’è una separazione, un trasloco, un cambio di lavoro, un lutto. “A me è successo tante volte, fin da quando ero piccola” dice Natascha Lusenti, voce dell’alba di Radiodue Rai che ha scritto un romanzo “Al mattino stringi forte i desideri” (Garzanti, p. 280, euro 17,60) sulla forza di ricominciare quando non si ha più nulla. Protagonista Emilia che, dopo una serie di traversie, va ad abitare in una nuova casa e deve rimettersi in cammino. E anche in gioco.

In che modo si esce dalla solitudine?
La solitudine assomiglia a qualcosa che ti si è incollato addosso e fatichi a rimuovere. Emilia sceglie di partire dal punto esatto in cui si trova: il condominio. Lo fa perché non ha soldi per spostarsi o anche solo per uscire la sera, perché è stanca e usa con parsimonia le sue energie e perché la città in cui si è trasferita un poco la spaventa. Allungare la mano e chiedere aiuto alle persone che sono fisicamente più vicine a lei: al piano di sopra, nell’appartamento di fronte sul suo stesso pianerottolo, le sembra la via più praticabile.

Sempre piu donne vivono sole: un uomo serve veramente?
Preferisco parlare di desiderio, piuttosto che di bisogno. Sono comunque molti anni che vivo senza un uomo. Succede e si può trovare un proprio equilibrio. Ricerche raccontano di come le donne non sposate o senza figli siano più attive delle altre nel volontariato o più disponibili a dare una mano alle amiche o ai membri della loro famiglia. Bisogna distinguere il vivere sole dall’essere sole e il vivere senza una relazione sentimentale dal vivere senza amore: non si è sole per forza, se non si ha un uomo accanto, e non si è senza amore, se non si è impegnate in una relazione.

Come mai il doppio punto di vista suo e del bambino?
Nessuno di salva da solo e il bambino è un alleato.

La presenza dei gatti che importanza ha?
Sono i suoi compagni di viaggio. Abbiamo bisogno di allungare una mano e sentire il calore di un essere che respira, come noi.

ANTONELLA FIORI

Libri