Fatti&Storie

La sindaca ricomincia da Tor Bella Monaca

Roma

ROMA Dopo la batosta elettorale nei Municipi III e VIII, Virginia Raggi ieri è tornata sul territorio per ascoltare i problemi dei cittadini. Ha scelto un quartiere difficile, Tor Bella Monaca, in concomitanza con l’apertura dei cantieri in via dell’Archeologia, dove è iniziato il rifacimento integrale di un km di strada.

Attorno alla sindaca si è subito formato un capannello di residenti, alcuni incitandola, altri chiedendosi ironici a cosa fosse dovuto l’onore della visita. Molte donne, signore anziane e madri, hanno elencato i problemi del quartiere: soffitti delle case popolari che perdono acqua, strade dissestate, spazzatura nelle strade e alberi che cadono. «Siamo abbandonati qui, come si diceva una volta siamo nel Bronx, non ci rimane che venire ad occupare gli uffici del Comune», si è sfogata una signora. «Sono qui per ascoltarvi» ha risposto la sindaca, stringendole le mani.  Un ragazzo ha protestato: «Qui sono già venuti Alemanno, Marino, ma non è cambiato nulla». Il rappresentante del comitato di quartiere ha puntualizzato: «Non siamo solo cittadini di serie B, siamo 28 mila abitanti e ci sono migliaia di persone che la mattina si alzano e vanno a lavorare, non solo delinquenti». La prima cittadina ha provato a rassicurare: «Lo scorso anno il Municipio è intervenuto sulle cose più gravi, come impianti fognari e bagni. Sarà mia cura informarmi presso il Dipartimento Patrimonio per sapere a che punto sono le procedure per gl interventi nel quartiere».

Articoli Correlati
Fatti&Storie