Fatti&Storie

Protesta a 5 stelle Sala Rossa ferma

TORINO PALAZZO CIVICO

Andrea Giambartolomei

Lo scontro sul governo e sulla mossa del presidente della Repubblica Sergio Mattarella arriva fino al consiglio comunale di Torino. Ieri i consiglieri del Movimento 5 Stelle hanno disertato la seduta per protesta contro il capo di Stato. «Si è aperta una crisi senza precedenti tra le Istituzioni e i cittadini, una crisi che non può vederci come inermi spettatori - ha detto la capogruppo Valentina Sganga -. Oggi non ci presteremo al gioco delle parti in una democrazia a sovranità limitata».

Il Pd ha reagito consegnando una copia della Costituzione al presidente della Sala Rossa Fabio Versaci: «Così potete leggerla», hanno detto il capogruppo Dem Stefano Lo Russo e il segretario cittadino Mimmo Carretta. «Leggetela voi che volevate distruggerla», ha risposto Versaci espellendo i due. Contrario alla protesta il consigliere della Lega, Fabrizio Ricca, mentre il collega di Forza Italia, Osvaldo Napoli, giudica grave la decisione dei pentastellati. Solidarizza invece, Roberto Rosso, capogruppo di Direzione Italia. Il Pd ieri sera ha organizzato un presidio davanti alla prefettura e il presidente del Piemonte Sergio Chiamparino ha espresso «piena solidarietà e sostegno» a Mattarella, «garante della Costituzione e difensore degli italiani contro ogni imposizione e sopruso di stampo populista».

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

Fatti&Storie