Spettacoli

Bungaro riparte da “Maredentro”

Musica

ROMA «Ho sempre creduto nella musica dal vivo. “Maredentro” è uno spettacolo in cui raccolgo i momenti più significativi della mia carriera. Dopo la nuova esperienza al Festival di Sanremo con Ornella Vanoni e Pacifico sono finalmente partito per un nuovo tour, con la voglia ancora di stupirmi ed emozionarmi». Parola di Bungaro, grande artigiano della musica, autore di canzoni per tantissimi artisti, da Malika Ayane a Daniela Mercury, in concerto stasera alle 21 al Parco della Musica. Il cantautore pugliese sarà in scena con “Maredentro”, tour che prende il titolo dal suo ultimo lavoro discografico.

Sono tanti anni che è sulle scene: come è cambiato nel tempo il suo rapporto con la musica e con la forma/canzone?
Il mio rapporto con la musica e con la forma canzone si è consolidato. Quando acquisti consapevolezza ti senti più libero. È così che mi sento da 15 anni a questa parte. Mi diverto, mi emoziono e mi stupisco ancora.

Cosa significa per lei fare canzoni? Cosa le ha permesso di esprimere?
Ogni mia canzone è curata nei minimi particolari, cerco sempre di raccontare la verità nel bene e nel male. Sicuramente sono avvantaggiato dalla fame di curiosità e trovo ispirazione nella vita degli altri. Scrivere canzoni mi ha permesso di esprimermi ed esprimere ogni sentimento nascosto che c'è in ognuno di noi.

Quanta importanza ha il momento del concerto, del contatto diretto con il pubblico?
Suonare dal vivo è la cosa che amo di più, è un'urgenza. Il palco è il posto giusto per chi ha qualcosa da dire. È il momento della verità per consegnare le tue canzoni senza filtri, senza trucco e senza inganno.

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati
Spettacoli