Fatti&Storie

Cala il lavoro qualificato È il boom per le badanti

Lavoro

Roma Boom di badanti, colf, cuochi e baby sitter. In 9 anni il numero di occupati nel settore dei servizi alle famiglie è aumentato dell’84,4%, riuscendo a registrare il record in termini assoluti, con un incremento di 346.000 unità. Lo scorso anno gli occupati risultano poco più di 23 milioni, con una riduzione di 67.000 unità rispetto al 2008. Per un settore che va bene ce n’è un altro che va male. È quello delle costruzioni che, negli ultimi anni, ha registrato un calo del 27,5% e la perdita di 537.000 posti di lavoro. Male l’industria con 358.000 unità in meno (-7,3%), e le professioni qualificate, con 362.000 posti in meno, per un totale di 8 milioni (-4,3%). 
Il settore dei servizi, che comprende anche le categorie con le migliori performance (servizi alle famiglie e alberghi e ristorazione che fanno +25,1%), segna un incremento complessivo di 810.000 posti, pari al +5,3%, che fa salire il totale dei lavoratori a 16,2 milioni. Al buon risultato contribuiscono anche altri settori, come quello della sanità e assistenza sociale, dove gli occupati sono 230.000 in più (+14,1%). Dipendenti nel commercio e servizi salgono a quota 7,1 milioni, grazie a un incremento di 861.000 unità (+13,9%). Bene anche il personale non qualificato, che sale a 2,5 milioni.

Articoli Correlati
Fatti&Storie