Fatti&Storie

Gtt, i contenziosi del 2016 risolti

TORINO GTT

TORINO Alla guida di Gtt resta l’attuale ad Walter Ceresa. Il Comune, socio unico dell’azienda di trasporti pubblici, ha stabilito di prorogare la durata del suo incarico. La decisione è arrivata ieri durante l’assemblea dei soci nella quale è stato approvato il bilancio del 2016 e sono stati risolti alcuni nodi, come il problema dei disallineamenti, cioè crediti (circa 25 milioni di euro) vantati dall’azienda che non risultavano nei bilanci dei debitori: Il comune, la Regione e l’Agenzia per la mobilità metropolitana. Nel frattempo, però, la procura di Torino prosegue la sua inchiesta sul falso in bilancio relativo al rendiconto del 2015: l’indagine - che coinvolge nove persone (tra cui Ceresa) - sembrava vicina alla conclusione, ma gli investigatori devono fare altri approfondimenti. 

L’approvazione dei conti del 2016 vuole dire anche che «è scaduto, ai sensi di legge, il mandato all’attuale cda» ha affermato l’assessore al Bilancio Sergio Rolando. Siccome «al momento è in corso la procedura di nomina per il nuovo organo amministrativo - ha aggiunto -, si dispone, secondo il principio della continuità, la prorogatio della funzione amministrativa». Il Cda dovrà attuare il piano industriale per ridurre i costi negli acquisti e nella gestione delle risorse umane, con tagli e blocco delle assunzioni.

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

Articoli Correlati
Fatti&Storie